Mondo delle montagne fittamente innevato. Aria cristallina. Camminando con le racchette da neve, udire il silenzio dell’inverno e tracciare le impronte sul manto nevoso scintillante. – Un mondo da fiaba selvaggio e romantico in bianco!

Le Dolomiti viste dall'Alpe di Villandro | Granpanorama Hotel StephansHof ****

Le camminate con le racchette da neve, da alcuni anni in Alto Adige godono di un crescente entusiasmo. Poiché i vasti altipiani dei pascoli montani dell'Alto Adige sono perfettamente adatti alle escursioni sulle ciaspole.

L’Alpe di Villandro, seconda in provincia come grandezza, per via dei prati pianeggianti e delle baite rustiche è l’ideale per le escursioni con le ciaspole, poiché è stata risparmiata dagli impianti di risalita e dal trambusto variopinto delle piste; un paesaggio invernale bianco a perdita d’occhio, il luccichio dei cristalli della neve e lo scricchiolio della neve sotto i piedi... Ci si può fermare nelle piacevoli baite rustiche, e il panorama sulle Dolomiti è eccezionale: in nessun altro posto ci si trova innanzi all’intera Catena montuosa delle Dolomiti!

Con le ciaspole sull'Alpe di Villandro | Granpanorama Hotel StephansHof ****

A causa della configurazione dell’Alpe di Villandro, le escursioni con ciaspole non sono particolarmente faticose, e il pericolo della caduta delle valanghe è in sostanza inesistente. Completamente incurante può dunque godersi la natura invernale. Le ciaspole Le ottiene gratuitamente presso l’hotel.

Escursione con le ciaspole | Granpanorama Hotel StephansHof ****

Sebbene l’Alpe di Villandro sia considerata come non pericolosa, gli escursionisti con le racchette da neve dovrebbero comunque attenersi ad alcune regole. Ciò include un piano corretto dei tour e la valutazione della neve, così come la sincera valutazione delle proprie forze, un abbigliamento traspirante ma impermeabile, e la protezione solare per la pelle e per gli occhi. Informazioni più dettagliate, le ciaspole e i bastoncini li riceve presso l’hotel.

Veda qui i tour più belli nei dintorni dello StephansHof: